Le Colture

Le Colture

Situata a Santo Stefano di Valdobbiadene (Treviso) nel cuore della denominazione del prosecco DOCG, Le Colture è insieme un’azienda agricola e una cantina, dal 1500 alla conduzione della stessa famiglia. I fratelli Cesare e Renato Ruggeri nel 1983 avviano l’attività spumantistica e Cesare è l’attuale depositario di uno straordinario patrimonio di  esperienza, costituito da piccoli e grandi segreti produttivi, dalla conoscenza del territorio e delle sue uve alla sensibilità innata per la salute della vigna e degli umori della cantina. Da qualche anno i tre figli di Cesare, Silvia, Alberto e Veronica sono impegnati a pieno ritmo nell’attività in cantina, dove hanno portato una ventata di entusiasmo e il necessario respiro innovativo tipico delle giovani generazioni, senza però dimenticare l’amore per la propria terra ed il rispetto per le tradizioni. Le Colture si estende per ca 40 ettari di proprietà diretta, fattore non comune in questo territorio, e produce vini quasi esclusivamente da questi vigneti, seguiti con interventi di lotta guidata, in coltivazione biodinamica. I 16 poderi totali si trovano in parte vicino all’azienda, in parte distribuiti tra Valdobbiadene, San Pietro di Feletto, Colli del Soligo e Conegliano. Le 730.000 bottiglie, per la maggior parte in versione spumante, che ogni anno vengono prodotte, sono il frutto del solido affiatamento di un clan familiare nel quale ogni membro è direttamente coinvolto in ogni fase della filiera produttiva.

I vini di Le Colture

cartizze_big

Le Colture – Cartizze Dry

Residuo zuccherino:
23 g/l

Descrizione:
È il cavallo di battaglia e fiore all’occhiello della produzione Le Colture. La vendemmia tardiva, lo speciale microclima della collina del Cartizze, la particolare esposizione a sud-sud ovest, che consente una costante esposizione al sole sia d’inverno che d’estate, il limitato terreno a disposizione della pianta, solo 10 cm, che fa sì che la vite cresca in leggera sofferenza, costringendola ad autoregolarsi limitando il numero di grappoli e portandoli a maturazione completa, e la perfetta escursione termica giorno-notte sono i fattori chiave grazie ai quali si ottengono quegli speciali componenti aromatici che danno vita al profumo pieno, fruttato e floreale tipico di questo vino unico e prezioso.

cruner_big

Le Colture – Cruner Dry

Residuo zuccherino:
18 g/l

Descrizione:
É un vino spumante ottenuto da un’esclusiva selezione di uve provenienti da vigneti di particolare pregio dove la combinazione di un microclima più dolce ed un terreno di arenaria ed argilla garantiscono una maggior concentrazione di aromi e sapori conferendogli gusto più amabile e denso senza pregiudicarne la freschezza. Presenta un perlage fine, un profumo e sapore delicati di frutta e di fiori giustamente armonici, nella struttura leggermente amabile.

fagher_big

Le Colture – Fagher Brut

Residuo zuccherino:
9 g/l

Descrizione:
É lo spumante più moderno della gamma e di maggior successo a livello internazionale. I suoi aspetti più attraenti sono racchiusi nell’invitante dolcezza dei profumi, ricchi di sentori di agrumi e vegetale fresco e con una piacevole nota di pane, unita ad una viva energia gustativa. Presenta un perlage fine che assicura la persistenza del sapore e la pulizia del palato e rappresenta un’arma in più nell’abbinamento con il cibo.

mas_big

Le Colture – Mas Spago

Residuo zuccherino:
10 g/l

Descrizione:
Con la sua tipica legatura a spago, ancor oggi effettuata a mano, questo vino frizzante richiama le antiche tradizioni familiari, uno dei pilastri dell’attività aziendale. Si presenta con un caratteristico color paglierino leggero. Al naso spicca generosa l’abbondanza di sentori fruttati e floreali.

pianer_big

Le Colture – Pianer Extra Dry

Residuo zuccherino:
14 g/l

Descrizione:
É la versione classica del Prosecco, che combina insieme l’aromaticità e la vellutata sapidità con la nitida vivacità delle bollicine. Il colore è giallo paglierino brillante, ravvivato dal perlage, i profumi fruttati di pera, mela, pesca sfumano nel floreale con un sentore di agrumi ed un’aromaticità fresca e ricca di sensazioni. In bocca il vino si distende morbido, avvolgente e al tempo stesso asciutto grazie ad una acidità ben presente. Ottimo come aperitivo, ma anche a tutto pasto.

ETICHETTA RIVE DI SANTO STEFANO GERARDO

Le Colture – Rive di Santo Stefano “Gerardo”

Residuo zuccherino:

7   g/l

Descrizione:

Ma che cos’è il Rive di Santo Stefano ? E’ l’essenza del territorio.

E’prodotto, infatti,esclusivamente con uve provenienti da un unico Comune o frazione di esso,  per esaltare le caratteristiche che un territorio conferisce a quel vino. Il Rive permette, quindi, di conoscere a fondo le mille espressioni del Conegliano Valdobbiadene. Il termine Rive sta ad indicare, nella parlata locale, i vigneti posti in terreni scoscesi, ed ha lo scopo di mettere in luce la vocazione e le molte differenze che esprimono le diverse località della Denominazione. Per il Rive la produzione è di 130 quintali per ettaro , con obbligo della raccolta manuale delle uve e dell’indicazione dell’annata. Nel territorio di Conegliano Valdobbiadene sono presenti 43 Rive che indicano altrettante espressioni territoriali.

Il nostro Rive di Santo Stefano “Gerardo” è in versione Brut  con un residuo zuccherino di 7 gr/lt, charmat lungo con tre mesi di permanenza nei lieviti, uve 100% Glera .

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni